I borghi da visitare in Abruzzo sono un’infinità. E sono tutti bellissimi. Piccoli presepi di pietra di origine medievale, dove il tempo sembra essersi fermato decenni fa. Ognuno con la propria storia, tradizioni e piatti tipici che lo rendono unico.

Sei un amante dei borghi medievali? Sei alla ricerca di un luogo dove trascorrere qualche giorno fuori dal tempo? Bene. In questo articolo ho raccolto dieci dei borghi che ti faranno innamorare dell’Abruzzo. E spero con tutto il cuore di poter tornare presto a visitarli e a esplorare l’Abruzzo per scoprirne altri.

Ecco dunque 10 borghi da visitare in Abruzzo.

10 borghi da visitare in Abruzzo

# 1 Scanno

La chiamano la perla d’Abruzzo. Ed è un autentico gioiello di pietra, incastonato su uno sperone di roccia nella Valle del Sagittario.

Borghi da visitare in Abruzzo - Centro storico di Scanno
Veduta sul centro storico di Scanno

Amatissima dai fotografi di tutto il mondo, Scanno è famosa per la bellezza del centro storico e per il lago a forma di cuore. Ma anche per il costume tradizionale femminile, su cui brilla la presentosa, il monile femminile realizzato in filigrana d’oro.

E che dire del Pan dell’Orso? Sarebbe un vero peccato non assaggiare questo dolce tipico a base di mandorle e miele.

Da non perdere poi la frazione di Frattura Vecchia, uno dei borghi fantasma più suggestivi in Italia.

# 2 Pacentro

Da lontano la riconosci dalle torri del Castello Caldora, che si stagliano sul fianco della montagna e sono il simbolo di Pacentro.

Veduta su Pacentro
Veduta su Pacentro

Il centro storico è un groviglio di strade, archi e vicoli, dove perdersi alla ricerca di scorci pittoreschi. Oltre al Castello, le attrazioni principali sono la Casa di Marlurita, l’Antico Pastificio Morrone, il vecchio mulino e i canaje, l’antico lavatoio pubblico.

Tra gli eventi da non perdere voglio ricordare la settimana de I Caldoreschi, suggestiva rievocazione medievale, e la Corsa degli Zingari, la corsa a piedi nudi dei giovani pacentrani. 

Leggi anche Pacentro: il borgo di pietra di Jacopo Caldora

# 3 Guardiagrele

È considerata la terrazza d’Abruzzo. Sì, perché dal giardino della Villa Comunale si godono affacci spettacolari sulle vette della Majella. 

Le antiche mura di cinta, cadenzate da torri medievali, racchiudono il centro storico, ricco di eleganti palazzi e chiese maestose.

Ma Guardiagrele è uno dei borghi da visitare in Abruzzo anche per le botteghe artigianali, famose per la lavorazione dei metalli, dal ferro battuto all’oreficeria. E la produzione artigianale di altissima qualità ha infatti decretato sin dai secoli passati la sua ricchezza.

Nelle pasticcerie storiche trovi invece le Sise della Monaca o Tremonti, il dolce tipico fatto di pan di spagna e crema.

# 4 Anversa degli Abruzzi

Per la sua bellezza, qualcuno l’ha definita il fiordaliso del Sagittario.

Anversa degli Abruzzi, incastonata su uno sperone roccioso, si affaccia a strapiombo sulle Gole del Sagittario, in uno scenario naturalistico stupefacente.

Anversa degli Abruzzi
Anversa degli Abruzzi

Per arrivarci si percorre la spettacolare strada statale 479 che da Sulmona fino a Scanno regala degli scorci mozzafiato. E già questo è un buon motivo per andarci.

Ma poi c’è la bellezza del borgo medievale, con i ruderi del Castello dei Normanni e la bellissima chiesa di Santa Maria delle Grazie. E ancora le Case dei Lombardi, abitate tra ’400 e ’600 dalle maestranze settentrionali attive in zona, e le antiche botteghe dei maestri ceramisti in via Santa Maria delle Fornaci.

# 5 Caramanico Terme

Si trova nel Parco nazionale della Majella, in una cornice naturalistica di rara bellezza.

Conosciuta sin dal Cinquecento per le proprietà terapeutiche delle sue sorgenti sulfuree, Caramanico Terme è oggi il più importante centro termale d’Abruzzo. Ed è la meta ideale per un soggiorno all’insegna di storia, natura e relax.

Il borgo ti conquista con la bellezza del centro storico, tra edifici religiosi e palazzi signorili, stretti nelle ruelle, gli stretti vicoli di pietra. Per non parlare degli incredibili scorci sulla montagna del Morrone.

Gli amanti della natura non possono poi perdere l’escursione alla Riserva naturale Valle dell’Orfento, raggiungibile dal centro storico.

Leggi anche Caramanico Terme tra arte, natura e benessere

# 6 Castelli

Tra i borghi da visitare in Abruzzo, Castelli occupa un posto speciale. La bellezza del centro storico è esaltata dal magnifico panorama delle vette del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga che la incornicia.

Borghi da visitare in Abruzzo - Castelli
Castelli

Ma la grande ricchezza di Castelli è custodita all’interno delle botteghe, dove da secoli maestri ceramisti creano raffinatissimi capolavori apprezzati in tutto il mondo. E la produzione di maioliche artistiche è l’anima di questo borgo.

Una visita al Museo delle Ceramiche, all’esposizione permanente del Liceo Artistico Grue e alla Chiesa di San Donato permettono al visitatore di compiere un viaggio nel mondo della ceramica.

Leggi anche Le ceramiche di Castelli: l’arte della maiolica in Abruzzo

# 7 Navelli

Si staglia con suo profilo elegante sulla piana di Navelli, dove da secoli gli abitanti coltivano lo zafferano. Ed è uno dei borghi più suggestivi d’Abruzzo. 

Oggi il centro storico è quasi disabitato. Ma questo non ha assolutamente intaccato il suo fascino. Anzi.

Visitare Navelli significa perdersi nel groviglio di vicoli e stradine lastricate, restare incantati dalla bellezza degli edifici civili e religiosi. Significa anche fare un salto indietro nel tempo.

Quando visitarlo? Tra ottobre e novembre, quando la fioritura dello zafferano ricopre la piana di un manto di velluto viola.

# 8 Civitella del Tronto

Già nel nome Civitella del Tronto rivela la sua natura militare. Infatti, questo bellissimo borgo nella provincia di Teramo è sorto nel Medioevo intorno alla fortezza. La civitella, appunto, che ha continuato a svolgere la sua funzione di difesa sino all’Unità d’Italia.

Solo nel 1861, rimasta l’ultimo baluardo della resistenza borbonica, dovette arrendersi ai Piemontesi. 

Oggi la fortezza è una delle opere di ingegneria militare meglio conservate in Italia. Ed è l’attrazione principale del borgo.

All’interno è allestito un ricco museo delle armi e una raccolta di interessantissimi documenti che ricostruiscono le vicende di questo territorio all’indomani dell’Unità, tra questioni amministrative e brigantaggio.

# 9 Castel del Monte

È incorniciata dagli spettacolari panorami montani del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. 

Borghi da visitare in Abruzzo - Castel del Monte
Castel del Monte

Ma a rendere Castel del Monte uno dei borghi da visitare in Abruzzo sono gli sporti, le gallerie che uniscono le case del centro storico. Qui un tempo le donne si riunivano per ricamare o lavorare la lana.

Ma la tradizione popolare li ha resi luoghi magici per riti propiziatori contro i sortilegi delle streghe. Questa credenza popolare viene rievocata ogni anno ad agosto nella Notte della streghe, che richiama visitatori da tutto il mondo.

Una visita al Museo civico etnografico, diffuso all’interno del borgo, è poi un’ottima occasione per conoscere la storia di Castel del Monte.

# 10 Rocca San Giovanni

Tra i borghi da visitare in Abruzzo, Rocca San Giovanni merita un posto particolare. Si trova infatti lungo la Costa dei Trabocchi, a pochi chilometri dal Monastero di San Giovanni in Venere.

Il piccolo centro storico si sviluppa a spina di pesce, con piccoli vicoli molto pittoreschi che si diramano dal corso principale. 

Cuore di Rocca San Giovanni è la Piazza degli Eroi, sulla quale si affacciano il Palazzo Comunale e la chiesa trecentesca di San Matteo Apostolo. Tra i resti delle mura di cinta spicca il Torrione dei Filippini, con la sua tipica forma cilindrica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social!