Un mare cristallino, un’immacolata spiaggia di ciottoli bianchi, un’alta falesia di arenaria dorata a picco sul mare e il profumo della macchia mediterranea. Questo è lo scenario che fa della spiaggia dei Ripari di Giobbe un piccolo angolo di paradiso lungo la Costa dei Trabocchi.

Siamo a circa due chilometri a nord di Ortona. Qui, nel tripudio di vigneti e orti di ulivi accarezzati dalla brezza marina, si trova la piccola frazione di Ripari di Giobbe. Una manciata di case immerse nel verde. Solo una trentina gli abitanti. E un tratto di costa tra i più belli in Abruzzo.

E come sempre accade, le cose belle sono anche difficilmente accessibili. Così è anche per questa spiaggia incontaminata. Infatti, l’unico modo per raggiungere la spiaggia dei Ripari di Giobbe è percorrere la lunga scalinata in legno che scende per 65 metri la falesia. Nessun mezzo a motore può arrivarci via terra. E nemmeno via mare, poiché la spiaggia non è dotata di corridoi di lancio. Tuttavia in estate questo non impedisce a centinaia di persone di venire qui.

Una nuotata mattutina in paradiso

Per godermi in solitaria tutta la meraviglia di questa spiaggia, decido di mettermi in macchina di primo mattino. Arrivata al grande parcheggio trovo solo poche auto. Scendo la scala all’ombra della vegetazione e già inizio a sentire il suono e il profumo del mare illuminato dai primi raggi del sole. Ma solo una volta sulla spiaggia se ne apprezza tutta la bellezza. Una lingua di ciottoli bianchi si estende per circa 400 metri ai piedi della falesia, delimitata alle estremità da faraglioni e scogli semisommersi. L’acqua cristallina, con riflessi verdi e turchesi, ti invita a una bella nuotata. Ed è proprio quello che faccio.

Mentre mi riposo sulla battigia coccolata dalle onde, sulla spiaggia iniziano a scendere i primi turisti. E dal bar del campeggio arriva invece il profumo dei cornetti appena sfornati. Non mi resta che asciugarmi e fare colazione dalla terrazza del bar con vista mozzafiato. Certo con un pizzico di invidia verso chi è già in vacanza e soggiorna al camping Ripari di Giobbe.

Scogli sulla spiaggia dei Ripari di Giobbe
Scogli sulla spiaggia dei Ripari di Giobbe

Il Camping Village Ripari di Giobbe

Immaginate di svegliarvi la mattina, uscire dal letto e trovarvi davanti lo spettacolo del sole che si alza all’orizzonte sul mare. E di ascoltare il suono delle onde, il cinguettio degli uccelli e il fruscio degli alberi mossi dalla brezza.

Un sogno? No! Tutto questo è possibile al Camping Village Ripari di Giobbe. Una struttura moderna, costruita con un occhio di riguardo verso l’ambiente e perfettamente inserita nella natura circostante. 

Il campeggio mette a disposizione dei suoi ospiti bungalow e piazzole per le tende. Ovviamente con vista mare. Sulla parte superiore si trovano poi due piscine, alle quali può accedere anche chi non soggiorna al campeggio (in questo caso l’ingresso è a pagamento). C’è anche l’animazione per i più piccoli e questo rende il campeggio particolarmente apprezzato anche dalle famiglie con bambini.

Ma il pezzo forte sono il bar e il ristorante. Grazie alla grande terrazza e all’elegante sala interna illuminata da grandi vetrate, potete consumare tutti i pasti riempiendovi gli occhi del colore del mare.

Spiaggia e falesia dei Ripari di Giobbe
Spiaggia e falesia dei Ripari di Giobbe

Riserva Naturale Regionale Ripari di Giobbe

L’alta falesia di 65 metri a strapiombo sul mare e la spiaggia da sogno non sono un paradiso solo per i turisti. Ma lo sono anche per specie vegetali tipiche della macchia mediterranea e alcune specie marine, che qui hanno trovato il loro habitat ideale.

Alla protezione naturale dell’area, raggiungibile solo a piedi, si aggiunge la protezione voluta dall’uomo. Infatti, nel 2007 è stata istituita la Riserva Naturale Regionale Ripari di Giobbe. Tra le varie cose, questo ha permesso di scongiurare lo sfruttamento edilizio dell’area e preservare la bellezza naturale del promontorio e della falesia. 

Informazioni utili

Come arrivare alla spiaggia dei Ripari di Giobbe

Per raggiungere la spiaggia dei Ripari di Giobbe, da Pescara seguite la Strada Statale 16. Alla seconda rotonda dopo Lido Riccio, prendete a sinistra Contrada Ripari di Giobbe. Da Ortona invece, sempre lungo la SS 16, girate a destra alla prima rotonda.

A questo punto le indicazioni vi porteranno su una strettissima strada che serpeggia tra gli orti ulivi. Alla fine della strada, dopo una serie di curve, troverete sulla vostra sinistra il grande parcheggio. Accanto all’ingresso del parcheggio inizia la scalinata in legno che porta sulla spiaggia.

Spiaggia libera

La spiaggia dei Ripari di Giobbe è libera. Tuttavia se non volete portarvi il perso di ombrelloni e lettini lungo la scalinata, potete affittarli sulla spiaggia. Vi basta rivolgervi al bar del Camping Ripari di Giobbe. Il costo di un ombrellone e due lettini è di 20 euro.

Essendo una spiaggia libera è giusto che ognuno si senta responsabile della pulizia. Quindi non dimenticate di portare un sacchetto per raccogliere e portare via i vostri rifiuti. E via intendo a casa. Soprattutto in alta stagione, quando i cassonetti si riempiono velocemente con il rischio i sacchetti lasciati a terra vengano spostati dal vento o dagli animali.

VI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CONDIVIDETELO SUI SOCIAL!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.